Corpo farfallato cosa è, come funziona e come pulirlo

Il motore di un veicolo è formato da numerosi componenti che svolgono varie funzioni per permettere all’automobile di garantire determinate prestazioni e di consentire il corretto funzionamento del motore stesso.

Tra i vari dispositivi del motore, uno dei più importanti è il corpo sfarfallato, un apparecchio meccanico che è posizionato tra il collettore di aspirazione e il filtro dell’aria e che ha la funzione di regolazione del flusso di aria che viene immessa all’interno della camera di combustione. Questo corpo collega la testata, i pistoni e i cilindri con i componenti che vanno a regolare la guida del veicolo.

Il nome particolare deriva dalla valvola a forma di farfalla che è situata all’interno del comando dell’acceleratore e, grazie ad un meccanismo simultaneo di apertura e chiusura, regola il flusso di aria che viene spinto nel motore mediante un pistone. Man mano che si apre la farfalla, l’aria viene immessa nel condotto di aspirazione e viene iniettata la benzina al motore garantendo così una maggiore potenza di propulsione.

Il condotto principale può essere di forma ovale o di forma cilindrica e crea un importante legame tra i vari componenti del motore in maniera tale da consentire la guida del veicolo e le prestazioni e la potenza dell’auto.

Per questo motivo è importante proprio l’utilizzo della valvola a farfalla che ha il compito di regolare l’aria che è necessario immettere all’interno del condotto di aspirazione del motore ed è importante sottolineare che queste componenti devono essere periodicamente sottoposte ad un processo di pulizia per garantire sempre il corretto funzionamento della valvola e del motore stesso.

Composizione del corpo farfallato

Il corpo farfallato presente all’interno del motore, come precedentemente sottolineato, presenta un condotto principale che mette in relazione le componenti del gruppo termico ed in particolare la parte della testata, i pistoni e i cilindri e la camera di combustione, con la parte esterna del motore.

Il corpo farfallato, pertanto, è sicuramente una parte fondamentale per il funzionamento corretto del motore e garantisce la corretta sincronia tra l’accelerazione e la risposta del motore. Il sensore di posizione che è installato all’interno della valvola reagisce in base alla pressione che viene esercitata dal piede sul pedale dell’acceleratore.

L’aria che viene pulsata dal movimento di accelerazione passa all’interno del condotto cilindrico e, in base all’apertura della valvola a farfalla, permette il passaggio di combustibile nel condotto permettendo così all’autovettura di accelerare. Tutto avviene secondo un meccanismo perfetto e nella valvola a farfalla avviene un passaggio fondamentale di questo processo.

Manutenzione e pulizia del corpo farfallato

Se il corpo farfallato dovesse presentarsi particolarmente sporco e imbrattato, é necessario procedere allo smontaggio e ad una pulitura più minuziosa per garantire il corretto funzionamento. Nel caso di usura, invece, è necessario sostituire il corpo farfallato.

Consigliamo quindi di rivolgersi ad un meccanico specializzato per non danneggiare alcuni componenti delicati. Infatti la pulizia approfondita è da considerasi una manutenzione straordinaria dell’auto ma in alcuni casi rientra nei controlli periodici come il tagliando auto.

Una corretta manutenzione di queste componenti garantisce sempre il corretto funzionamento del motore e ottime prestazioni della macchina. Come dicevamo la composizione del corpo farfallato, al suo interno presenta alcune componenti elettroniche, come per esempio il TPS, un particolare sensore che gestisce la posizione della valvola, che talvolta può essere la causa di avaria o di malfunzionamenti del corpo farfallato.

In tal caso potrebbero esserci dei danneggiamenti e la presenza di infiltrazioni di aria. E’ sempre fondamentale mantenere pulita la valvola a farfalla e per consentire la regolare pulizia è opportuno svitare una vite a croce che è presente nella parte superiore di una fascetta posizionata sul tubo dell’aria. In fase di pulizia è importante eliminare le eventuali tracce di sporco causate dalla presenza dei vapori dell’olio.

Questa funzione può essere assolta con l’ausilio di uno spray sgrassante o con particolari detergenti che vengono iniettati all’interno del tubo mentre il motore é acceso.

L’operazione deve essere necessariamente svolta con l’ausilio di un’altra persona che si occuperà di mantenere l’auto leggermente accelerata consentendo il passaggio del prodotto nel tubo e l’apertura e chiusura della valvola.

Questa procedura, però, consentirà di rimuovere soltanto una parte dei residui oleosi all’interno del tubo e della valvola.

In ogni caso, al termine dell’operazione, effettuata con il motore acceso per garantire il passaggio del prodotto all’interno della valvola, va ripulito il prodotto in eccesso e al termine delle operazioni di pulitura, il tubo va rimontato e stretto con la fascetta.

Menu